0

Nel cuore di Tor Carbone, un individuo di 50 anni ha scatenato il terrore minacciando un portiere con un coltello e costringendo un residente a prelevare 1450 euro da uno sportello bancomat.

L’atroce episodio ha sconvolto il tranquillo quartiere di Tor Carbone, sollevando profonde preoccupazioni sulla sicurezza e la crescente ondata di criminalità nella zona.

La pronta risposta della polizia dell’VIII Distretto Tor Carbone è stata determinante: intervenuti immediatamente dopo la segnalazione, hanno arrestato il sospettato poco dopo il crimine.

Durante la perquisizione, sono stati rinvenuti circa 5195 euro, oltre a un coltello ritenuto l’arma utilizzata per la rapina. All’interno della sua abitazione sono stati scoperti anche 45 grammi di droga e materiale per il confezionamento.

L’uomo arrestato dovrà rispondere delle accuse di estorsione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, reati che potrebbero costargli più di un anno di carcere. Si ipotizza un debito dell’inquilino verso l’uomo, alimentato dalla droga e da un comportamento violento che ha agito d’istinto.

La comunità di Tor Carbone è sgomenta: l’uomo ha tenuto in scacco il portiere minacciandolo con il coltello mentre costringeva un altro residente a effettuare il prelievo. Questo evento ha sollevato la necessità di maggiori misure preventive e di sicurezza nella zona, offrendo uno spaccato inquietante della situazione.

Le ultime notizie da Roma in Tempo Reale     

Fonte: Ufficio stampa della Questura di Roma


Monterotondo: arrestata coppia di fidanzati, svaligiavano le ville del paese

Previous article

Montesacro: rapinata gioielleria durante i botti di Capodanno

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Cronaca