0

Sostenere i neo-genitori nella cura dei figli in età di prima infanzia è lo scopo del progetto Rome For Baby, promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali e Salute di Roma Capitale, in collaborazione con Farmacap.

L’iniziativa vuole stabilire un contatto privilegiato e attento con i nuovi genitori che, soprattutto nei primi mesi di vita dei figli, possono trovarsi in situazioni di isolamento e hanno la necessità di avere un supporto e un aiuto concreto nelle cure del bambino. L’obiettivo è raggiungere 1500 nuclei familiari, grazie al coinvolgimento dei Municipi e della rete associativa dei territori con la quale Farmacap collabora da molti anni.

Nelle farmacie comunali sedi dei presidi sociali del circuito Farmacap saranno disponibili i seguenti servizi:

  • Consulenza psicologica con particolare riguardo a: informazione e accompagnamento nella cura del bambino ed interventi per baby blues/maternity blues o depressione post-partum ed indirizzamento alle realtà territoriali esistenti; sostegno alla genitorialità.
  • Orientamento e informazione: aiuti per il sostegno economico per la prima infanzia; orientamento ai servizi esistenti di Roma Capitale.
  • Consulenza antisids (Sindrome della morte improvvisa del lattante) svolta da farmacisti, con colloqui di formazione e informazione sui fattori di rischio, azioni e comportamenti per la prevenzione.

 

È prevista inoltre la distribuzione di un pacchetto dono pensato per la cura dei bimbi e una Gift Card del valore di 40 euro, 80 euro in caso di condizioni di particolare fragilità, per l’acquisto di prodotti destinati alla prima infanzia: alimenti, articoli per l’igiene del bambino o della mamma o sanitari come termometri, aerosol, tiralatte, biberon.

In ognuna delle 45 farmacie Farmacap sarà comunque possibile avere un orientamento sul servizio.


Marco Carlomagno, FLP e CSE: “Bene il metodo, ora si lavori alla definizione di un patto per la sicurezza e al rafforzamento delle attività di prevenzione e controllo”

Previous article

Innovazione, ruolo da protagonista per la Casa delle Tecnologie Emergenti

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Società